Football : affrontements à Naples – 21 octobre 2010

Scontri a Napoli: feriti tre tifosi del Liverpool

sportmediaset.mediaset.it

22 10 2010

Aggrediti alcuni supporters inglesi, mentre stavano cenando nel centro della citta’ partenopea

Inizia malissimo Napoli-Liverpool. Sotto l’ombra del Vesuvio torna d’attualità la violenza e tre tifosi della formazione inglese sono stati aggrediti nella notte in centro. I supporters dei ‘Reds’ stavano cenando in un locale all’aperto nella città partenopea e sono arrivati a contatto con dei teppisti: due accoltellati ed un ferito alla testa. I tre sono andati a farsi soccorrere all’ospedale, ma non sono in pericolo di vita.

La Polizia è subito intervenuta ed ha arrestato due tifosi napoletani ed uno avellinese, coinvolti negli scontri. Già nelle scorse ore c’erano stati degli allarmi sulla sicurezza del match, visto che era stata vietata la vendita di alcolici e superalcolici per tutta la giornata odierna ed era stato rafforzato il numero di forze dell’ordine.

Europa League – Violenza a Napoli, due tifosi Reds feriti

it.eurosport.yahoo.com

gio, 21 ott 2010

Episodi di violenza a Napoli: feriti due tifosi del Liverpool, in città per assistere al match di Europa League dei Reds. Colpito anche un napoletano, che cercava di difendere gli inglesi

L’ondata di violenza non accenna ad acquietarsi. Dopo Genova, è Napoli il palcoscenico degli ultimi disordini, che nascono dal calcio e si tramutano in guerriglia urbana. E questa volta si parla anche di persone ferite. Ma andiamo con ordine: questa sera si gioca Napoli-Liverpool, partita di cartello di Europa League. La vigilia della gara però è stata macchiata da due episodi di violenza all’indirizzo dei tifosi de Reds che si erano recati nel capoluogo campano per assistere alla partita.

Nel primo una decina di giovani, armati di bastoni e coltelli, hanno aggredito due fan inglesi: Ian Lee Friar, di 44 anni, guardia carceraria, e Alexander Philip Phillips, di 53 anni, sono stati entrambi feriti e trasportati all’ospedale Loreto Mare dove sono stati portati dopo l’aggressione. Hanno riportato, rispettivamente, una ferita lacerocontusa al cranio e ferite da punta e taglio al gluteo sinistro, coscia destra e regione occipitale. Phillips è ancora ricoverato, Friar è stato dimesso.

Nel secondo fatto, la vittima è italiana: si tratta di Luigi Tranchese, impreditore 28enne, proprietario di un locale in via Mezzocannone. L’uomo, accortosi dell’aggressione di un manipolo di tifosi azzurri a un gruppo di supporter dei Reds, si è intromesso per sedare la rissa. Gli ultras, per tutta risposta, hanno aggredito Tranchese, ferendolo all’occhio. Le indagini sono già partite, ma per entrambi gli episodi la polizia deve ancora identificare gli autori delle aggressioni. Certamente non un buon inizio per quella che doveva essere una bella serata di calcio.

PARLA IL SINDACO – Il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, in relazione all’aggressione subita da tre tifosi del Liverpool nella scorsa notte a Napoli. « Provo un dolore enorme nell’apprendere che alcuni tifosi inglesi siano stati aggrediti nella notte. È una brutta pagina per Napoli e mi dispiace che, per colpa di soli 15 scalmanati, sui giornali e telegiornali finirà ancora una volta tutta la città. Mi appello a tutti i cittadini napoletani: esercitiamo la nostra proverbiale ospitalità ».


PARLA IL CAPO DELLA DIGOS – « Mi auguro che le forze dell’ordine gestiscano al meglio l’arrivo dei tifosi inglesi in città ed al San Paolo ». Il capo della Digos di Napoli, Filippo Bonfiglio, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito ai fatti della notte. « Stanotte abbiamo registrato dei feriti, sono tifosi del Liverpool ma potrebbero anche essere soltanto turisti inglesi. Nel corso della notte ci sono state diverse aggressioni ed in totale cinque cittadini sono stati feriti da arma da taglio agli arti inferiori. Gli arrestati hanno tuttiprecedenti di Polizia« .

FUNZIONARIO PS « I nostri tifosi hanno cercato di aggredire in più occasioni dei tifosi ma anche dei normali cittadini inglesi che stavano cenando in un pub ». Lo afferma la dottoressa Rosaria Amato, Dirigente prevenzione soccorso pubblico della Questura di Napoli, collegata telefonicamente con RadioRadio che ha poi aggiunto: « da quanto ci risulta non ci sono stati approcci da parte dei tifosi inglesi, ma solo da parte di tifosi partenopei in almeno quattro zone diverse, l’ultimo, il più cruento, ha visto una ventina di tifosi napoletani inseguire per le vie vicino alla Stazione Centrale un gruppo di quattro tifosi inglesi che avevano finito di cenare e stavano tornando in albergo. Questi ultimi si sono salvati arrivando ad entrare in albergo – racconta – Le nostre volanti sono riusciti ad intercettare i tifosi e alla fine dell’inseguimento a fermarne tre » racconta la dottoressa Amato che, alla domanda sulle dichiarazioni di un pentito di Camorra che ha parlato della Curva A del San Paolo in mano alla criminalità organizzata, ha risposto: « Su questo sono in corso delle indagini da parte della Digos, quello che posso dirvi è che in curva ci sono molti tifosi pregiudicati. Lo dimostra anche il fatto che i tre fermati di questa notte hanno tutti precedenti penali e uno è stato sottoposto a daspo ».


ALFREDO PONTICELLI « Si è trattato di atti di vandalismo, più che di scontri tra tifoserie, e lo abbiamo riferito ai delegati Uefa questa mattina », ha detto l’assessore al Comune di Napoli, Alfredo Ponticelli commentando i fatti di ieri notte. Ponticelli ha poi aggiunto: « Abbiamo preso tutte le precauzioni possibili per evitare scontri, stasera dovrà svolgersi tutto secondo le procedure e non ci saranno incidenti nei pressi dello stadio e al suo interno ».

 

~ par Alain Bertho sur 22 octobre 2010.

Répondre

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion /  Changer )

Photo Google

Vous commentez à l'aide de votre compte Google. Déconnexion /  Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion /  Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion /  Changer )

Connexion à %s

 
%d blogueurs aiment cette page :