Conflit des ordures : incidents à Terzigno – 28 septembre 2010

Rifiuti, notte di scontri nel Vesuviano

lastampa.it

29/9/2010 Nuova notte di scontri a Terzigno, comune del napoletano su cui insiste una discarica all’interno del parco nazionale del Vesuvio. Quattro agenti contusi il bilancio dei tafferugli provocati dal primo blocco dei camion scortati dalla polizia tentato intorno alla mezzanotte in via Panoramica, dove c’è da giorni un presidio dei comitati civici. I primi 40 autocompattatori sono stati bloccati in via Leonardo da Vinci da un secondo gruppo di manifestanti, dal quale è partito un lancio di molotov e pietre; altri 55 sono partiti da Palma Campania, effettuando un percorso diverso da quello solito, e «dribblando» così i contestatori.

«Stiamo facendo una pessima figura a livello internazionale», ha ammesso il capo del dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, secondo cui «bastava poco per trovare il sistema di pagare gli stipendi ai lavoratori, il problema non ci sarebbe stato. Strano che ciò accada in un periodo particolarmente critico dal punto di vista politico. Andreotti diceva che a pensar male si fa peccato ma ogni tanto si indovina pure…».

«Si tratta di un’emergenza economica e finanziaria – ha sottolineato – da parte di coloro che devono pagare quelli che hanno la responsabilità di portare via la spazzatura. Dire che c’è stato il fallimento di quella che è stata la mia gestione dell’emergenza, mi pare sia abbastanza strumentale e sicuramente non corrispondente al vero. Il resto è solo una sensazione di grande amarezza e delusione perchè uno ha lavorato giorno e notte come un pazzo per risolvere problemi e poi ci ritroviamo con la spazzatura nelle strade e con la gente che ovviamente si avvilisce». Quanto al termovalorizzatore di Acerra, «si è fatta una tempesta in un bicchier d’acqua perchè si è rotto un tubicino e quindi la linea è ferma: riparte stanotte».

Rifiuti/ A Napoli altra notte di tensione, 4 gli agenti feriti

Apcom.net

29 SET 2010

Napoli, 29 set. (Apcom) – Altra notte di disordini e tensioni a Terzigno, la località nel parco del Vesuvio a sud di Napoli dove sorge la discarica al centro delle proteste dei cittadini nelle ultime settimane. Il bilancio è di cinque feriti non gravi. Quattro sono agenti del reparto mobile della polizia, l’altro è un cittadino che stava manifestando in strada. La protesta questa volta si è sviluppata in vari momenti. I cittadini di Terzigno avevano organizzato un primo blocco ai mezzi autocompattatori, rimosso dalla polizia nella tarda serata di ieri. Poi durante la notte sono scese in Via Panoramica – la strada che porta alla discarica – almeno 2 mila persone, che hanno bloccato diversi compattatori pieni di rifiuti che tornavano a Terzino. A questo punto, tra la ressa e i tafferugli, ci sono stati i cinque feriti. (segue)

Ancora tensione a Terzigno, nella notte quattro agenti feriti

ilsecoloxix.it

29 settembre 2010

Continuano le azioni violente di protesta dei comitati civici a Terzigno, nel napoletano, su cui insiste una discarica all’interno del parco nazionale del Vesuvio. Quattro agenti contusi sono il bilancio dei tafferugli provocati dal primo blocco dei camion scortati dalla polizia tentato intorno alla mezzanotte in via Panoramica, dove c’è da giorni un presidio dei comitati civici.

La sede stradale era stata ostruita con pietre e masserizie, e, dopo la rimozione degli ostacoli, c’è stato un continuo spintonarsi nel quale sono stati feriti i poliziotti fino alla manovra di alleggerimento messa in atto dalle forze dell’ordine. Poi è partita la scorta i primi 40 autocompattatori, che però sono stati bloccati in via Leonardo da Vinci da un altro gruppo di manifestanti, dal quale è partito un lancio di molotov e pietre.

Una bottiglia incendiaria ha colpito un mezzo, e le fiamem l’hanno distrutto, nonostante l’intervento dei vigili del fuoco. I camion dei rifiuti hanno continuato la loro marcia verso la discarica con la scorta, ma in via Zabatta sono stati fermati di nuovo da un terzo gruppo di manifestanti che hanno lanciato fumogeni, rallentando il loro arrivo allo sversatoio.

Altri 55 autocompattatori sono partiti da Palma Campania, effettuando un percorso diverso da quello solito, ed evitando così i manifestanti. Al momento, circa un centinaio di camion ha conferito regolarmente i rifiuti in discarica.

Crisi rifiuti, notte di scontri: 5 feriti. “Lutto cittadino” in 18 comuni

city.corriere.it

29 09 2010

Non si attenuano le tensioni sul fronte delle proteste contro le discariche nel Vesuviano. Ieri un’altra una notte di tafferugli, in particolare a Terzigno, dove sono rimaste leggermente ferite cinque persone (4 agenti ed un manifestante), e un camion è stato distrutto da un ordigno. Sempre ieri, poi, sono stati affissi dei manifesti mortuari sui muri dei comuni del Vesuviano per la “giornata di lutto” proclamata per oggi dai primi cittadini contro la apertura della seconda discarica nel Parco nazionale del Vesuvio.

Rifiuti Napoli: Altri scontri fra manifestanti e Polizia

sporcaitalia.mondoraro.org

Wednesday, September 29th, 2010

Dopo la notte trascorsa anche alle prime luci dell’alba si sono verificati degli scontri a Terzigno fra Polizia e manifestanti. 5 persone sono rimaste ferite, fortunatamente in maniera non grave, di cui 4 agenti ed un manifestante e un camion è stato distrutto da un ordigno rudimentale. Nel frattempo 94 autocompattatori sono riusciti a raggiungere la discarica dell’ex Sari dove hanno sversato l’immondizia.

~ par Alain Bertho sur 30 septembre 2010.

Répondre

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion /  Changer )

Photo Google

Vous commentez à l'aide de votre compte Google. Déconnexion /  Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion /  Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion /  Changer )

Connexion à %s

 
%d blogueurs aiment cette page :