Incidents entre la police et la population : Catane en Sicile mai 2009

carte_sicile_reduite

Polizia ferma 15enne e quartiere si ribella, arresto a catania

http://www.agi.it

(AGI) – Catania, 20 mag. – I poliziotti hanno dovuto sparare in aria per allontanare la folla decisa a proteggere un ragazzino che in sella a uno scooter non si era fermato all’alt degli agenti. Momenti di grande tensione,ieri, in viale Castagnola a Librino, quartiere popolare di Catania, a poche centinaia di metri dalla porta della bellezza disegnata dagli artisti guidati dal mecenate Antonio Presti. Da una parte tre volanti della polizia, dall’altra una cinquantina di persone che hanno gridato a squarciagola per intimorire le forze dell’ordine. I poliziotti avevano appena bloccato un minorenne durante un servizio straordinario di controllo ordinato dal questore di Catania. Alla fine in piu’ facinoroso, Pietro Miraldi, di 28 anni, e’ stato arrestato. Era il capopopolo che ha guidato la rivolta in strada. Il ragazzino in sella allo scooter aveva percorso tutto il viale San Teodoro contromano con alle calcagna una volante della polizia. All’alt, poco prima, aveva premuto sull’acceleratore. Senza un vero motivo. Non aveva il casco, il motorino era senza assicurazione. E lui non aveva mai preso il patentino di guida. A librino forse tutto questo e’ ancora una normalita’.

Catania: poliziotto esplode colpo di pistola in aria, un arresto

20 mai 209

CATANIA (ITALPRESS) – Attimi di tensione ieri pomeriggio nel quartiere di Librino a Catania, dove un poliziotto e’ stato costretto ad esplodere un colpo di pistola in aria per disperdere alcuni cittadini scesi in strada in difesa di un minorenne in moto e senza casco sfuggito ai controlli. Il giovane, M.G. di 16 anni, inseguito da una volante della polizia, giunto in viale Castagnola, dopo avere abbandonato il proprio mezzo ha tentato di trovare rifugio presso un agglomerato di edifici. Ma e’ stato bloccato. A questo punto, in difesa del ragazzino si e’ radunata una nutrita schiera di abitanti del quartiere, che hanno iniziato a gridare e rivolgere insulti contro i poliziotti. Uno degli agenti e’ stato affrontato da un pregiudicato, Pietro Miraldi, di 28 anni 28, che gli ha rivolto minacce di morte. Per porre fine all’accenno di sommossa uno dei poliziotti si e’ visto costretto ad esplodere in aria, a scopo intimidatorio, un colpo dalla propria pistola di ordinanza, riuscendo in tal modo a fare allontanare la folla. Anche Miraldi si e’ dato alla fuga ma e’ stato rintracciato in viale Castagnola e arrestato per minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Nei confronti del minorenne sono state adottate le sanzioni di legge per guida senza patente, per mancato possesso del casco protettivo e per mancata copertura assicurativa dello scooter su cui viaggiava. Il giovane e’ stato successivamente affidato alla propria madre. (ITALPRESS). vbo/com 20-Mag-09 18:38 NNNN

Catania: folla contro la polizia, agente spara in aria

cataniaoggi.com

Mercoledì 20 Maggio 2009

Per ‘proteggere’ dalla Polizia un giovane motocilcista che era sfuggito all’alt intimato dagli agenti, una nutrita schiera di persone ha attorniato i poliziotti. E’ successo a Catania, nel popoloso quartiere di Librino. I poliziotto poco prima avevano intimato al conducente di un motociclo sfornito di casco protettivo, di fermarsi. Il giovane, dopo aver apparentemente manifestato l’intenzione di ubbidire all’ordine ricevuto, ha accelerato zigzagando fra le auto della polizia. Poi il giovane fuggitivo, identificato successivamente in M.G. Di 16 anni, ha imboccato una strada contromano e quindi dopo aver abbandonato il motociclo si è rifugiato fra alcuni edifici ma è stato raggiunto e bloccato dal personale operante. A questo punto, in difesa del minorenne si è radunata attorno ai poliziotti una nutrita schiera di facinorosi da cui provenivano grida ed improperi di ogni sorta. Nonostante la tensione palpabile i poliziotti facendosi largo fra la gente sono riusciti a raggiungere le volanti. Durante queste concitate fasi uno dei poliziotti sarebbe stato avvicinato e minacciato di morte dal pregiudicato Pietro Miraldi, 28 anni. Per porre fine all’accenno di sommossa un agente è stato quindi costretto a sparare in aria a scopo intimidatorio un colpo di pistola riuscendo a far allontanare la folla. Miraldi, nella ressa del momento è riuscito a dileguarsi. Poi peró è stato rintracciato e arrestato per minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Il minorenne, dopo l’erogazione delle previste sanzioni, è stato affidato alla madre.

Catania, breve sommossa contro la Polizia

Pubblicato: Mag 20, 2009

Una strana vicenda ieri, ha reso protagonista il personale della Polizia, cui quasi è stato impedito di svolgere il proprio lavoro. Tutto è iniziato quando un giovane centauro non si è fermato all’alt rivolto dalla Polizia, che si trovava in un posto di blocco in viale Bummacaro. Il giovane, a bordo del suo motorino, sembrava che si stesse per fermare, quando si è concesso a un fantasioso zig zag tra le auto della stessa Polizia. Il giovane si è dunque dato alla fuga, percorrendo poi in contromano viale San Teodoro, mettendo così a repentaglio la sua incolumità e quella dei passanti. Ma giunto in viale Castagnola e ancora inseguito dalla Polizia, il sedicenne, non ha potuto fare altro che abbandonare il proprio mezzo per trovare rifugio a piedi presso l’agglomerato di edifici di viale Castagnola.

Il ragazzo è stato però trovato e bloccato da alcuni agenti. Ma è stato a questo punto, che intorno ad essi e a difesa del giovane, si sono adunati un gruppo di facinorosi che inveivano contro la Polizia contro cui erano rivolti gridi e improperi di ogni sorta. Il personale della polizia si è astenuto così da qualsiasi reazione coercitiva per raggiungere, oltreppasando la folla ostile, gli altri colleghi.

Durante queste concitate fasi uno degli operatori è stato affrontato dal pluripregiudicato Miraldi Pietro, che gli rivolgeva gravi minacce di morte. Il poliziotto ha cosi sparato in aria per porre fino all’annunciata sommossa.

La folla, incluso il pluripregiudicato, si è a questo punto dileguata ma il Miraldi è stato poi cercato per essere condotto in carcere e tratto in arresto per i reati di minacce, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

Nei confronti del minorenne M.G. sono state invece adottate le sanzioni di legge per guida senza patente, per mancato possesso del casco protettivo e per mancata copertura assicurativa dello scooter su cui viaggiava e, successivamente, affidato alla propria madre.

Site visitors world map visitors location counter

~ par Alain Bertho sur 22 mai 2009.

Votre commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l’aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion /  Changer )

Photo Google

Vous commentez à l’aide de votre compte Google. Déconnexion /  Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l’aide de votre compte Twitter. Déconnexion /  Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l’aide de votre compte Facebook. Déconnexion /  Changer )

Connexion à %s

 
%d blogueurs aiment cette page :